Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi. 


 ATTENZIONE! PER  SEGUIRE IL TESTO MENTRE SI ASCOLTA:
Pigiare il tasto destro del mouse sul collegamento RADIO MANZO ; Scegliere apri link su altra scheda, comparirà una scheda audio che va ridotta ad icona SE DOVESSE PRESENTARSI IN PRIMO PIANO (agendo sul trattino in  alto a destra della scheda  ▬ ▀ X ).
RICORDARSI POI DI RICHIAMARE E CHIUDERE LA SCHEDA.


A SCANZIA DE PIERLUIGI

FUORI LINEA 8

    moriconesi o murricónesi?


Cari Radiomanzo ascoltatori buonasera. Faccio subbitu. 
Massera parlo murricónese perché parlemo propiu de quesso; soprattuttu co vui che mannete ‘nnanzi sta baracca che, pe furtuna, pare che sta iì bene ma, e me pare un bellu ma, ci sta checcósa che non me quatra! Me piace ch’éte pijatu a vulu u momendu de murricónesi se so scoperti Cristofanu Colombo e stau a rerrimbì paggine e paggine de cóse che  reguardanu Murricó e no ma non me quatra che vui cavarchede st’ondada senza dimannave se “siete  moriconesi" o se invece "sete murricónesi”. Vui dirrete “n’è l’istessu?” E no! S'émo da parlà e fa parlà ó murricónese non potete dì “piombo” ma “piompo” se parlete ciovile e sennó se dice direttamende “piummu”! Cucì, secondo me, o cambiete u titulu in murriconese o se parte cou pede sbajatu.
 Permetteteme de di che a mette in moto ‘na cosa come questa, toccava a penzà de coordinalla ‘mbo. Ddo vau a finì tutte ‘e frasi, i provérbi (pure se callicuno è sbajatu), e fotocrafie e tutte ‘sta gran quandità de ore che vau quaci tutte spregate!

Presembio, quanno Erminio Frappetta messe ‘nnanzi au gruppu curturale de allora (io era appena revinutu in Italia), Luduvico Prosseda, qulli subbitu partiru ‘ntromba coe recerche e ce scappò un librittu (che nui come Commune (cou contribbutu dea Provingia) finanziammo.
Carla e io, quanno emo reddunatu tantu materiale, a spese nostre, facèmmo u vocabolariu coa crammadica; però, pe fallu, tutti so recordarrau, èmmo ‘ngiru cou brocchetto e a penna pé recoje quello che non sapèmmo. 
Vojo pprufittà de sta circostanza pe langià un’idea che da sembre staio a cerca de portà ‘nnanzi e gnuciunu me capisce: senzibbilizzà, sopratuttu ‘a giovendù, a ddi:”se ce tè a esse murricónese", arristi da rescrupì ‘e cose che so state sfasciate o bbandonate, come A SCALINATA, A PORCARECCIA, U CASALE DER PRINGIPE (‘nna Valle d’a Castagna), U PALAZZU DEI CENCI(‘nna Palommara) COM’ERANU E REFOTE E A CHE SERVEANU,  ECC. ECC.

Dico questo coa speranza che callicunu ce mettesse ‘mbo de tembu e reunisce tuttu ó materiale, separènno ‘na cosa da ‘n’ara.
E FACETEVE  ‘N FAVORE se non volete cambià dicenno “se vó esse murricónese ha da…..”  ARMINU cambiete có “ Ssi de Murricó (o murricónese) se…” 
Ah!,me ne stea a scordà: se vui jate a Google o quarziasi motore de ricerca e cercherete Ludovico Prosseda, ve mannanu a Wikipedia e ci sta una storia parziale. Più de quello non me l’hau accetata perché i fatti hau da èsse documentati; quindi, se callicunu se la sende de contribbuì, pô fallo tranguillamende, basta che sa smanuzzà drento i collecamendi dei compiute.
Non vurria che pure ‘stu sfogu facesse reppiccià e rembiccià a capoccia a callicunu. Non vojo fa da maestru a gniciunu, ma staio a mette “mbiazza” ‘mbe de speriénza. 

 
Se avete segnalazioni su come possiamo rendere il nostro sito pił consono per favore contattateci;  ci piacerebbe sentire da voi qualche consiglio o dimenticanza fatta.
Contattare PIERLUIGI
grillo@pcamilli.net


 
  Site Map