Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi.
 


 ATTENZIONE! PER  SEGUIRE IL TESTO MENTRE SI ASCOLTA:
Pigiare il tasto destro del mouse sul collegamento RADIO MANZO ; Scegliere apri link su altra scheda, comparirà una scheda audio che va ridotta ad icona SE DOVESSE PRESENTARSI IN PRIMO PIANO (agendo sul trattino in  alto a destra della scheda  ▬ ▀ X ).
RICORDARSI POI DI RICHIAMARE E CHIUDERE LA SCHEDA.
'A SCANZIA DE PIERLUIGI

RADIO MANZO

 

CERCHÉMO DE CAPÍ… 6ª pundata

  Gende Vaccina bonasera!

Massera, come se dice da nui, parlo ‘a nora perché socera intènna; peccui, caru Luca dico a te come patrone de casa.

Nui a ‘sta rubbrìca o se preferisci a ‘sta paggina, ospitemo tutti pe tutte ‘e manifestasiuni curturali o conziderate tali e è giustu, perché ppé quesso semo nati! Però, emo pure ittu che arrianu da condribbuì pure pé facce cresce, senza che cià da sta un, come pozzo dì, un ritorno a benificiu perzonale!

Eppure, provemo a ffacce ddu cundi: quande so ‘e perzone che hau fattu capoccélla a sta trasmissione senza che ce rerrentrasse u vandaggiu de èsse notati e de fasse vedé? E fa mente locale, che contributi hau datu sia morali che curturali a ‘nna communità! Oh! ‘ndennemoce, non vojo dì che sbajemo a ospitalli, pé carità!, ma cià provatu a chiedeje ‘a ste perzone se tengu materiale da mette a disposisió pé aumendà l’imbortanza de ‘sta postasió e de Murricó e so disponibili a fallo? Provace e vidi come se combortanu!

Ma nui siguitemo! Chi ‘o sa che non se cunvertu e cuminciarrau a ffa come nui! E tu fa propiu bene a volà jardu; quésso è l’imbortante: volà jardu e no galleggià!

Scusete, ma massera o perché staio in continuasió a penza a Emilio che pé tutti ‘st’anni cià confortatu coi Presepi tra i più belli senza avé mai gnende se non critiche e non sapemo se da ‘u prossimu Natale ne vederremo più o perché stajo a divendà vecchiu e me so stufatu de preticà au muru  e allora so diventatu bubbuló!

Non ce facete casu e lasseteme sfogà! Chiudo coa solita poesia

 

Pè ffà funzionà ‘e cóse.



Tante vóte  se u vidi da de fòre,
u meccanismu pare tantu  bellu;
se ce sta trento, vidi ‘o livore,
‘e ripicche, ogni chiavistéllu,

pé relevà u banchittu a quill’aru:
pé dimostrà s’acquantu[1] cerevellu,
tenemo a pettu au capu deu somaru;
a pettu dea capoccia d’un monellu !

Ognunu sta un pizzùcu sopr’a n’aru;
quella, se vvò, te leva tutte ‘e pene;
quillu fa ‘o pane mejo deu fornaru;

io so io e vui non sete un…gnente;
io so ‘ntiliggente più de tene;
non stete a parlà co’ un deficiente!

È quesso gróssu modo che succede,
drent’un  “gruppo omogeneo” de governo.
Eppò, doppu, de fore, ‘nce sse crede,
se ne vau a braccittu in sempiderno.

Come putirria succede differente,
se ognunu de nui dà pé scontatu,
che ‘a capoccia dell’aru è insufficente?
Che u cerevellu dell’aru è bacatu?

E com’hó ittu a ‘n’ara poesia,
u bonsenzo coa democrasia,
non ze crompa a tubetti in farmacia.

Come pure a modestia  e a riflessione,
non ‘a vinnu a ‘nnì barre in confezione;
tantuminu ‘nnù campu de pallone!

 
[1] Acquantu = non è inteso come “appena” ma “acqua+quantu “


Grazie per l’ascolto e a risentirci alla prossima. Buona notte a tutti.

 
Se avete segnalazioni su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattateci;  ci piacerebbe sentire da voi qualche consiglio o dimenticanza fatta.
Contattare PIERLUIGI
grillo@pcamilli.net


 
  Site Map