Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi. 


 ATTENZIONE! PER  SEGUIRE IL TESTO MENTRE SI ASCOLTA:
Pigiare il tasto destro del mouse sul collegamento RADIO MANZO ; Scegliere apri link su altra scheda, comparirà una scheda audio che va ridotta ad icona SE DOVESSE PRESENTARSI IN PRIMO PIANO (agendo sul trattino in  alto a destra della scheda  ▬ ▀ X ).
RICORDARSI POI DI RICHIAMARE E CHIUDERE LA SCHEDA.


'‘A SCANZIA DE PIERLUIGI
I GIOCHI CHE FACEVAMOI GIÓCHI CHE FACÈMMO 8

MOVENDOMI (MUOVENDOMI) o Palla a muro

  Cari Radiomanzo ascoltatori buona sera, continueremo con i vecchi giochi e  massera giochemo a “Movendomi”.

Materiale: una palla di gomma o una pallina più piccola 

Giocatori: non c’è un numero fisso 
Spazio di gioco: all’aperto, contro un muro 
 Svolgimento:
Le operazioni  sono 13 e precisamente;
MOVENDOMI, STANDO FERMI, CON UN PIEDE, CON UNA MANO, UNA GIRAVOLTA, UN’ALTRA VOLTA, SI DEVE DA BATTTERE, LO ZIGO ZAGO, AL VIOLINO, UN BACINO, TOCCO TERRA, TOCCO  CUORE, BACIN D’AMORE.
Mentre si esegue l’operazione, si dice ad alta voce l’operazione che si sta eseguendo.
a) Dicendo “muovendosi”, lanciare la palla contro il muro eseguendo l’operazione e  riprenderla al volo.
b) Dicendo “stando fermi”,  lanciare la palla contro il muro eseguendo l’operazione e riprenderla al volo.
c) Dicendo  “con un piede” lanciare la palla contro il muro, stando su un piede solo e prenderla al volo.
d) Dicendo  “con una mano” lanciare la palla contro il muro con una mano e riprenderla al volo con una mano.
e) Dicendo “Una giravolta” lanciare la palla contro il muro eseguendo un giro su se stessi e riprendere la palla al volo.
f) Dicendo  “Un’altra volta”  lanciare la palla contro il muro eseguendo la stessa operazione ma al contrario
g) Dicendo “Si deve da battere”  lanciare la palla contro il muro battere le mani e riprendere la palla al volo.
h) Dicendo “ Lo zigo zago” lanciare la palla contro il muro battere le mali una volta davanti ed una volta dietro la schiena e riprendere la palla al volo.
i) Dicendo  “Al violino” lanciare la palla contro il muro, tenendo le braccia piegate davanti al petto con le mani tese ruotarle simulando un rullo che gira e riprendere la palla al volo.
j) Dicendo “Un bacino”  lanciare la palla contro il muro mandare un bacetto portandosi la mano sulla bocca e riprendere la palla al volo.
k) Dicendo  “Tocco terra” lanciare la palla contro il muro accovacciarsi per toccare con la mano la terra  e riprendere la palla al volo.
l) Dicendo  “Tocco cuore” lanciare la palla contro il muro portare una mano sul cuore e riprendere la palla al volo.
m) Dicendo   “ Bacin d’amore” lanciare la palla contro il muro simulare un bacio dato a qualcuno e riprendere la palla al volo.


 
Se si gioca da soli: contare il numero di volte che si eseguono le figure 
senza sbagliare. Se si sbaglia si ricomincia da capo. 
Se si gioca in tanti: si eseguono le figure a turno. Chi sbaglia passa la palla 
al giocatore successivo.

Credo questo gioco si faccia in tutto il mondo, con movimenti parzialmente diversi: nel Canton Ticino , Svizzera, l’ho visto giocare con operazioni molto più complesse come, per esempio, dire “ con la mano destra” e si batte sulla spalla sinistra con la mano destra e riprendere la palla con la stessa mano destra; poi con la sinistra. Stare  col piede sinistro alzato e riprendere la palla una volta con la mano destra e poi con la sinistra; stessa operazione con il piede destro. Lassù il gioco si chiama “ Batti sette”

Questo gioco era prevalentemente giocato dalle bambine ma anche noi maschietti non disdegnavamo giocarci. 
Ho voluto ricordare questo gioco della palla che l’ho sempre ricordato come un gioco molto impegnativo e un po’ romantico.
 
Spero di aver riportato qualcuno ai tempi spensierati dei giochi ed in verità, ripensando a qui tempi, mi costa molta fatica scrivere giochi al posto di giuochi! Perché giochi mi sembra una parola meno piena di giuochi. Ma oggi, non è più epoca…lo capisco, oggi abbiamo il gioco in contemporanea…  oggi, a che serve giocare a Palla Avvelenata coi vicini di casa quando posso giocare a”lingua avvelenata” con chi abita a Ortisei o a Canecattì? 
Già! A che serve? 
Però voglio fare un’altra domanda: A CHI serve? A tal proposito vi propino questo: ascoltate cosa ho trovato nella Scanzia

DDO CE PORTARRAU ‘STI GIOCHI.

Come sarrà che gniciun monellu
gioca più ai giochi sani de ‘na vòta?
Mo pare própiu che ‘u cerevellu
je gira più veloce de ‘na rota!

E sguerde ha da girà, pe sta appressu
a tutti i marchingegni che ce stau;
ma au sindimendu che j’è mai successu?
U Rispéttu, ‘a Serietà ddo se ne vau?

Co sti talifunitti che fau tuttu,
parli, vardi a tuttu u munnu sanu
ma non te ccórgi ch’è tuttu curruttu!

A giocà a palla, óggi te cce mmusci:
cunusci ggente che stau londanu,
ma chi bbìta co te, non u cunusci!


Grazie per l’ascolto e a risentirci alla prossima. Buona notte a tutti.


 
Se avete segnalazioni su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattateci;  ci piacerebbe sentire da voi qualche consiglio o dimenticanza fatta.
Contattare PIERLUIGI
grillo@pcamilli.net


 
  Site Map